Cosa sapete sui PARABENI ??


La moda non solo ci insegna cosa utilizzare, ma anche cosa NON utilizzare, basta che su qualche giornale venga pubblicato un articolo dove si parla di quanto fa male qualcosa che automaticamente le persone ne fanno legge senza neanche documentarsi.
Con questo non voglio dire che sia falso ciò che scrivono i giornali, a volte può essere impreciso ma in linea generale un fondo di verità c'è sempre. Se facciamo una scelta però è bene sapere di cosa stiamo parlando e non farla soltanto perché ce lo dice qualcuno!

Che cosa sono?
I parabeni sono dei potenti conservanti usati in cosmetica, farmaceutica e anche in molti alimenti. Sono considerati tra i più efficaci antimicotici e antibatterici.

Dove si trovano?
Essendo conservanti è facile trovarli in alimenti a lunga scadenza quali condimenti, concentrati di pomodoro, succhi di frutta, latticini, gelatine, marmellate, insaccati...
Si trovano anche in alcuni colliri, farmaci topici, goccie per orecchie e naso e nei dentifrici!
Ma quello che ci interessa a noi è la loro presenza nei cosmetici. Deodoranti, creme, shampoo...

Sono cancerogeni?!
Il caso si è sollevato dopo i risultati condotti su 20 donne con tumore al seno di cui 18 presentavano alte concentrazioni di parabeni. L'esame ha riscontrato inoltre che questi parabeni erano in forma esterea e non sotto forma di metaboliti per cui la loro penetrazione nell'organismo non è avvenuta per via orale. Uno dei modi per eliminare i prodotti tossici dall'organismo avviene attraverso la traspirazione e con i deodoranti che bloccano questo fenomeno, l'intossicazione è facilitata. (Per scrupolo io direi di evitare qualsiasi prodotto blocchi la normale traspirazione!)

Agiscono sull'organismo come gli estrogeni che vanno ad imitare ed agiscono come potenti stimolanti delle crescita e della trasformazione maligna delle cellule mammarie.
Vengono anche ritenuti responsabili di cisti ovariche, cancro ai testicoli, infertilità e endometriosi.


Come in ogni problema di intolleranza o allergia, il sintomo si presenta quando si ha una sensibilizzazione a causa del "troppo utilizzo". Questo vale per ogni prodotto di cui si abusi.
I parabeni hanno la caratteristica di riuscire a rimanere nell'organismo per anni senza causare nessun danno (addirittura si parla di 30 anni) per cui risulta difficile per gli scienziati dimostrare che siano certamente loro i responsabili dell'insorgenza di tali problemi sulla salute.

Come riconoscerli?
Due tipi sono ritenuti tossici: PROPYL-PARABEN e BUTYL-PARABEN mentre delle altre tipologie si consiglia di ridurre fortemente l'utilizzo.
Sappiate che il loro suffisso è quasi sempre "paraben" per cui leggendo l'INCI saltano facilmente all'occhio, tra gli ultimi ingredienti.

Cosa fare?
Evitarli. Molte case cosmetiche si stanno già muovendo a riguardo inserendo la dicitura Parabens Free sui loro prodotti. Altre, per scelte commerciali continuano ad utilizzarli in quanto sono tutt'ora legalizzati dall' Unione Europea e dalla Food & Drug Administration e sono la soluzione più economica.
In alternativa ci sono prodotti naturali dove vengono sostituiti da potassio serbato o sodio benzoato, ma fate attenzione perché non in tutti i prodotti naturali i parabeni non vengono utilizzati!


Fate scelte intelligenti prendendovi cura non solo della vostra bellezza,
 ma anche della vostra salute!

Nessun commento: